Aiuti umanitari per la popolazione civile di Gaza: la nota di Palazzo Chigi

ROMA\ aise\ - L’Italia sin dal primo giorno si è attivata nell’invio di aiuti umanitari verso la popolazione civile di Gaza. È quanto sottolinea una nota del Governo, in cui si ricorda che, in accordo con i principali partner della regione e d’intesa con Israele, l’Italia ha inviato due voli di materiale umanitario, proveniente dalla base logistica delle Nazioni Unite di Brindisi, e la nave Vulcano, una nave ospedale della Marina militare, in particolare per la cura dei minori feriti a Gaza, che si prevede attracchi nei prossimi giorni (3 dicembre) nel porto di Al Arish in Egitto.
Sulla nave, precisa la nota, è prevista anche la collaborazione di medici pediatri di altri Paesi, a cominciare dal Qatar, e di organizzazioni come la Fondazione Francesca Rava.
La collaborazione con l’Egitto, sottolinea Palazzo Chigi, è stata fondamentale per la riuscita delle operazioni umanitarie. È allo studio anche lo schieramento di un ospedale da campo a Gaza assieme agli Emirati Arabi Uniti. Sempre d’intesa con gli Emirati, è previsto l’invio di medici pediatri italiani dagli ospedali Gaslini di Genova e Bambino Gesù di Roma per aiutare i medici emiratini nelle cure dei numerosi pazienti minori palestinesi trasferiti negli EAU in questi ultimi giorni. Il primo team di medici dagli ospedali Gaslini e Bambino Gesù è arrivato ieri, 30 novembre, a Dubai, con il volo che ha portato la Presidente del Consiglio Giorgia Meloni alla Cop28.
Meloni, conclude la nota, ha seguito sin dall’inizio del conflitto l’assistenza alla popolazione civile di Gaza in collaborazione con i Paesi della regione particolarmente coinvolti, assieme al Vice Presidente Antonio Tajani e in stretto coordinamento con il Ministro della difesa Guido Crosetto e quello della salute Orazio Schillaci. (aise)