MISSIONE IN AFGHANISTAN: IL COLONNELLO MISSAGLIA NUOVO COMANDANTE DELLA COMPONENTE AEREA

MISSIONE IN AFGHANISTAN: IL COLONNELLO MISSAGLIA NUOVO COMANDANTE DELLA COMPONENTE AEREA

HERAT\ aise\ - Cambio al comando della Joint Air Task Force (JATF), componente aerea della missione in Afghanistan che gestisce lo scalo aeroportuale di Herat e coordina gli assetti dell’Aeronautica Militare presenti in teatro operativo. Durante una cerimonia a Camp Arena, sede del contingente italiano, il Colonnello pilota Vittorio Carminato, dopo sei mesi di intenso e proficuo lavoro, ha ceduto l’incarico al collega parigrado, Dario Antonio Missaglia.
L’avvicendamento, cui ha assistito il Comandante del Train Advise Assist Command West(TAAC-W) Generale di Brigata, Enrico Barduani, si è svolto in forma estremamente ridotta e senza lo schieramento dei reparti, in osservanza alle limitazioni imposte dall’emergenza covid-19.
La JATF, dall’avvio della missione “Resolute Support” (1° gennaio 2015), oltre a gestire l’aeroporto militare e a condurre, congiuntamente con la controparte civile afgana (Afghan Civil Aviation Authority), l’aeroporto internazionale di Herat, supervisiona l’addestramento degli operatori civili locali destinati a subentrare nella gestione dei servizi aeroportuali.
Inoltre, il personale dell’Aeronautica Militare italiana contribuisce alla formazione e all’addestramento specialistico di alcune essenziali figure professionali come controllori di volo, addetti alle procedure antincendio, responsabili alla meteorologia e alla sicurezza del volo.
Lo scalo di Herat è tra i primi aeroporti dell’Afghanistan (il primo in assoluto nella parte occidentale del paese) ad aver raggiunto elevati standard qualitativi nella fornitura dei servizi essenziali e si avvia rapidamente al conseguimento della totale autonomia gestionale da parte delle autorità locali. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi