Medio Oriente: Sereni incontra Gallach e Wennesland

ROMA\ aise\ - Incontro in videoconferenza oggi, 25 giugno, tra la Vice Ministra degli Esteri Marina Sereni, la Segretaria di Stato agli Affari Esteri Spagnola Cristina Gallach e il Coordinatore Speciale del Segretario Generale delle Nazioni Unite per il Processo di Pace in Medio Oriente, Tor Wennesland.
Il colloquio, spiega la Farnesina, si inserisce nel quadro dell’iniziativa italo-spagnola avviata dai Ministri Di Maio e Gonzales Laya in occasione del Vertice bilaterale di Palma di Maiorca dello scorso 25 novembre. Iniziativa che si prefigge, attraverso l’azione congiunta dei due Paesi, di mantenere il Processo di Pace al centro dell’agenda internazionale, innalzando anche il profilo dell’Unione Europea nel dossier.
Oggetto principale della discussione, la definizione delle priorità dell’azione della comunità internazionale – e dell’UE – dopo la cessazione delle ostilità tra Israele e Hamas entrata in vigore lo scorso 21 maggio. Sereni, Gallach e Wennesland hanno concordato che l’attenzione deve ora concentrarsi sul consolidamento della tregua, in primis attraverso l’abbassamento della tensione a Gerusalemme Est e il raggiungimento di un accordo tra Israele e Hamas per un cessate il fuoco di lungo periodo.
Fondamentale, anche, fornire assistenza umanitaria alla popolazione di Gaza e avviare la ricostruzione della Striscia con modalità – ha precisato la Vice Ministra – che “garantiscano che i fondi siano effettivamente destinati alla popolazione”. È inoltre importante, secondo Sereni, che “all’Autorità Palestinese venga conferito un ruolo centrale nella ricostruzione, anche per rafforzarne la credibilità e l’autorevolezza agli occhi dei palestinesi. A questo proposito è importante sostenere il processo di riconciliazione intra-palestinese, anche al fine di conferire legittimità ai leader che dovranno poi trattare con Israele”.
Altro argomento di discussione, il rilancio del ruolo della UE, sia per l’assistenza umanitaria che per il riavvio dei negoziati, quando le circostanze lo permetteranno. Sereni ha infine rilevato come “la recente escalation tra Israele e Hamas dimostri, ancora una volta, l’insostenibilità dello status quo e come la soluzione del conflitto israelo-palestinese sia l’unica via per raggiungere una pace sostenibile nella regione”. La Vice Ministra e i suoi interlocutori hanno quindi convenuto sulla necessità di riavviare al più presto l’azione del cd “Quartetto Internazionale per il Medio Oriente”, unico formato internazionalmente legittimato a svolgere un ruolo di mediazione nel Processo di Pace. (aise)