Scende in campo la Nazionale italiana dottori di calcio

ROMA\ aise\ - È stata presentata nei giorni scorsi presso il Rettorato dell’Università La Sapienza di Roma la Nazionale Italiana dottori di calcio, composta da circa 50 medici, provenienti da varie regioni di Italia, in prevalenza dai policlinici universitari della Sapienza, di Tor Vergata e Gemelli.
Un gruppo di dottori molto affiatato ed eterogeneo, sia per competenze specialistiche sia per età, legati dalla passione per il calcio hanno aderito al progetto per accendere un faro, mediante eventi sia culturali che sportivi, sulle problematiche relative alla disabilità, alle malattie genetiche rare, alla prevenzione, al fenomeno del bullismo e del cyberbullismo.
La nazionale dottori è un progetto che "si inserisce nell’ambito delle numerose iniziative che Sapienza sta portando avanti" afferma la rettrice Antonella Polimeni, presente alla conferenza stampa, "per promuovere i principi di solidarietà e inclusione attraverso tutti gli strumenti disponibili".
Alla presentazione sono intervenuti anche il presidente del Comitato paralimpico Italiano Luca Pancalli, che promuove la Nazionale in quanto "testimonianza di quanto lo sport possa essere un veicolo di sensibilizzazione sociale e di quanto in questo paese ci sia ancora necessità di interventi tesi a sensibilizzare su temi di solidarietà importanti"; il presidente onorario della Nazionale italiana dottori Francesco Le Foche; il campione del mondo con la nazionale del 1982 Marco Tardelli e il presidente della Nazionale Italiana Vito Trinchieri che ha ringraziato la Rettrice per aver sostenuto e incoraggiato il progetto mettendo a disposizione il centro sportivo di Sapienza Sport. (aise)