Artisti in piazza al Pennabilli Festival

PENNABILLI\ aise\ - Artisti in piazza - Pennabilli Festival presenta il programma della XXV edizione e, per festeggiare il traguardo, amplia la proposta con un calendario di appuntamenti durante i mesi di giugno, luglio e agosto 2021. Un’occasione davvero significativa per l’Associazione Culturale Ultimo Punto che celebra così la ripartenza della cultura, l’energia e le buone vibrazioni trasmesse da arte e bellezza, come rappresentato nella nuova immagine grafica.
A presentare nei giorni scorsi in diretta streaming sui canali social del Festival e in diretta su CFR-Cosmic Fringe Radio - web radio ufficiale del festival - il calendario estivo, in partenza il 12 giugno, il direttore artistico Enrico Partisani. Sul sito www.artistiinpiazza.com le date, gli artisti e le modalità di partecipazione dell’intera rassegna.
Tornano dunque a Pennabilli da tutto il mondo gli spettacoli di circo contemporaneo, musica, danza, teatro, assieme a workshop e residenze creative. In un programma che conta più di venti appuntamenti, il Teatro dei Venti, Alessandro Serena, Andrea Loreni, i Kamchàtka, il Duo Bucolico, il Teatro Patalò, Max Manfredi e Federico Sirianni sono solo alcuni degli ospiti presenti nel prezioso contesto naturale e paesaggistico dell’antico borgo della Valmarecchia.
Si parte sabato 12 giugno con un doppio appuntamento. A inaugurare la rassegna del Festival, il sound della tradizione sudamericana dei Pennabilli Social Club seguiti, la sera, da Alessandro Serena dell’Associazione Circo e dintorni, Professore di Storia dello Spettacolo Circense e di Strada nonché nipote di Moira Orfei, che introdurrà con un breve approfondimento sullo storytelling a servizio del circo, lo spettacolo della compagnia cubana Havana Acrobatic Ensemble. Lo show Amor, ispirato alle acrobazie del cuore, andrà in scena dopo un periodo di residenza artistica della compagnia a Pennabilli e replicherà venerdì 18 giugno.
Domenica 13 giugno concerto degli Ayom, band con un repertorio musicale che intreccia ritmi brasiliani, africani, mediterranei e sudamericani, in un genere che trascende i confini, trasportando il pubblico in un viaggio appassionante e spirituale attraverso l’Atlantico.
Gli eventi del primo mese si concludono domenica 27 giugno con i Supermen, progetto artistico del Duo Bucolico e I Camillas. Le musiche indelebili, dolci e ballerine vengono messe in gioco per dare vita ad un costrutto originale, in un omaggio a Zagor Camillas (aka Mirko Bertuccioli), fondatore dei Camillas mancato ad aprile 2020, causa del Covid-19.
Le proposte culturali si moltiplicano nei mesi di luglio e agosto, intrecciandosi anche con la Mostra Mercato Nazionale dell’Antiquariato (10 - 25 luglio) e gli eventi, escursioni e incontri della rassegna annuale Microcosmi del Parco Sasso Simone e Simoncello.
Dal 28 giugno al 2 luglio, il workshop residenziale di Andrea Loreni, Claudia Conti della compagnia Le Baccanti assieme a Cristina Rositano, psicologa e psicoterapeuta, Human Knitting. Nuovi intrecci sociali. Sabato 3 e domenica 4 luglio la restituzione pubblica in un happening durante il quale sia gli spettatori che i performer, selezionati tramite call pubblica, avranno la possibilità di vivere un percorso multidisciplinare ed esperienziale, nel quale il protagonista sarà il silenzio. 
Venerdì 9 e sabato 10 luglio torna a Pennabilli la compagnia Kamchàtka, ospitata nell’ambito del programma PICE promosso da Acción Cultural Española, che sostiene l'internazionalizzazione della cultura spagnola. Il collettivo artistico, che unisce componenti di diversa nazionalità e specializzati in diverse discipline, presenta lo spettacolo notturno Alter, un viaggio nel cuore della notte alla ricerca della nostra umanità. Un'esperienza strettamente legata al paesaggio del Parco del Sasso Simone e Simoncello, e all'interazione con il pubblico, in un viaggio-esodo dove i ricordi costituiscono il primo strato di costruzione di un futuro collettivo tinto di incertezza.
Mr. Bricks and the Rubble si esibiranno domenica 11 luglio. Band rhythm & blues con la passione per gli anni Cinquanta, ma con lo sguardo ben vigile alle sonorità di oggi, il gruppo ha all’attivo svariati live nazionali e internazionali. Il loro sound si presenta come un percorso tra le sfumature del blues e del rock’n’roll con una forte matrice mediterranea.
Sabato 17 luglio è la volta di TribalNeed, progetto del musicista professionista Riccardo Moretti, che si sviluppa attorno ai suoni ancestrali del Didjeridoo, dell’Hang e altre percussioni, il tutto accompagnato da un “looper” elettronico e un vecchio sintetizzatore con effetti assolutamente ipnotici.
Il weekend successivo si apre con i Lehmanns Brothers in concerto venerdì 23 luglio, che porteranno sul palco la carica del loro funky groove. La giovane band dal sound funk, jazz e afrobeat, si concentra su sottili melodie degli anni ’70 con l’aggiunta di un tocco di hip-hop e di neo-soul.
Sabato 24 luglio si esibisce il Duolinda con La Dama démodé. Attori in scena, già multi premiati come autori e artisti del Teatro di Strada, saranno Silvia Martini, ex ginnasta specializzata in clownerie, verticali e lancio di coltelli e Mario Levis, clown musicista e giocoliere. Interpreteranno due clown eccentrici, che sognano di vivere una storia d’amore d’altri tempi ma scontrandosi con la realtà odierna danno vita ad una sinfonia di entusiasmanti imprevisti.
Domenica 25 luglio vedremo i Soundiders, una “all-star” band che raccoglie gli artisti associati all’associazione culturale SounDido e che hanno deciso di ricercare, recuperare e incidere le canzoni inedite di Dido, arrangiarle, registrarle e farle diventare un disco. Si tratta di più di 70 musicisti e artisti che portano tutto il loro bagaglio e la loro storia, in un vero e proprio melting pot musicale. 
Il mese di luglio si conclude con lo spettacolo di circo contemporaneo Giro della piazza di Madame Rebiné sabato 31 luglio. Lo spettacolo nasce dal desiderio di celebrare il ciclismo nei suoi aspetti più rilevanti, quello della resistenza fisica e del coinvolgimento del pubblico. Il risultato è uno spettacolo dal ritmo serrato in cui gli attori affrontano una prova di resistenza al limite della performance. 
Agosto si apre con la Compagnia Ortiga e lo spettacolo Kumulunimbu, lunedì 2 agosto e in replica martedì 3 agosto. La compagnia, ospitata nell’ambito del programma PICE promosso da Acción Cultural Española, presenta una storia d’amicizia tra una ragazza e una nuvola, concentrandosi sui temi della migrazione, dell’ingiustizia e della speranza.
A seguire, giovedì 5 agosto, Domenico Lannutti presenterà Tragicomika. La vita una tragedia vista da vicino, una commedia vista da lontano. Come portare l'umorismo nella vita quotidiana, con cui l’artista coglie l’opportunità di presentare la sua ultima pubblicazione in prossima uscita. Nella stessa serata Lannutti si esibirà anche in un monologo comico, Niente è permanente (Come dice sempre il mio parrucchiere) esponendo vari punti di vista sulla realtà, di paradossi paradossali, collezionisti di sogni, sognattori, smart working, pandemie, obesi mentali, sfortunati fortunati e di un cassetto pieno di sogni di cui è andata smarrita la chiave.
Domenica 8 agosto è la volta della compagnia Cie Soralino, che presenta Inbox, loro prima creazione. Una trasposizione artistica e “domestica” del mito di Sisifo dove due personaggi in impermeabile, e vestiti con abiti fuori misura, giocano con dei cartoni, lanciandoli e impilandoli sul bordo della catastrofe.
Torna inoltre il Teatro dei Venti, in residenza artistica dall’8 al 14 agosto con un nuovo seminario per artisti e il progetto Cantiere Creativo, con l’intento di approfondire la propria ricerca per la creazione della nuova produzione di teatro negli spazi urbani Il Figliol Prodigo. Il seminario è rivolto ad attori, danzatori, musicisti che desiderano partecipare a questo nuovo esperimento approfondendo la ricerca sulla coralità e la musicalità che l'opera richiede. È inoltre previsto il coinvolgimento della comunità mediante un laboratorio di ritmica/percussioni, in un vero e proprio Cantiere Creativo che potrà essere realizzato in collaborazione con le associazioni del territorio. L’esito sarà presentato al pubblico domenica 15 agosto.
Martedì 10 agosto la compagnia teatrale presenta inoltre lo spettacolo Polittico della felicità, un affresco vivente sulle virtù che da millenni sono considerate alla base del nostro bene vivere, della nostra felicità.
Mercoledì 11 agosto il concerto di Max Manfredi e Federico Sirianni. I due pluripremiati cantautori, i più rappresentativi della storica Scuola Genovese, si esibiranno a Pennabilli con lo spettacolo di successo NoGenovaTour, raccontandosi attraverso le loro canzoni, scambiando note e parole, intervenendo l’uno sulle canzoni dell’altro e sostituendo la seriosità con l’ironia.
Giovedì 12 agosto le suggestioni oniriche e scientifiche di Aldilà delle parole di Teatro Patalò con Luca Serrani e Isadora Angelini. Lo spettacolo, prima nazionale, sarà inoltre il primo lavoro teatrale a prevedere uno sviluppo via radio: verrà infatti introdotto al pubblico a partire dal 19 luglio grazie a brevi trasmissioni di frammenti sonori e poetici in onda su CFR-Cosmic Fringe Radio. Dal vivo, invece, gli autori e attori dialogheranno su un lavoro teatrale che sembra impossibile da realizzare, un lavoro sul futuro che è improvvisamente diventato il nostro presente. Nel dialogo con una platea di giovani ragazzi e ragazze, la meraviglia del mondo animale si intreccia con le parole dell’infanzia, per guidare il protagonista e il pubblico verso una possibile visione.
Il weekend di Ferragosto si apre con la musica degli Hodmadoddery, venerdì 13 agosto. Duo formato da Steve Henwood e Tony Carter, che colpisce per la devozione alle armonie di chitarre e voci, che ricorda i classici duetti, ma che è altresì un’elaborazione tutta personale di questo genere. La sera stessa torna anche Jessica Arpin con Miss Margherita, spettacolo comico di circo contemporaneo, clownerie e acrobatica.
Un altro evento all’insegna della musica è il concerto dei Ponzio Pilates sabato 14 agosto. Si auto-definiscono un gruppo da ballo, capace di sessioni ritmiche prolungate di “elettrosamba esplosiva”, o “tecno acustica tribaleggiante e felice”, se proprio si vuole provare a delimitare il loro raggio d’azione.
Poi ancora, mercoledì 18 agosto la Compagnia Rasoterra si esibisce in Happiness, un tentativo di far sentire felicità, di sorprendersi e potersi rendere conto che il cambiamento è realizzabile.
Venerdì 20 e sabato 21 agosto i Trukitrek terza compagnia ospitata grazie al programma PICE sostenuto da Acciòn Cultural Española, e Jorge Da Rocha presentano Clic. Uno spettacolo di teatro di figura e musica ambientato in un futuro non troppo lontano, in cui la terra ha subito un mutamento non naturale, e dove gli umani vivono in una società sorvegliata e controllata da una unica Corporation. Il mondo, com’era prima, si conosce solo per le favole.
Ricordiamo che la rassegna di Artisti in Piazza sarà ulteriormente arricchita dai contenuti diffusi da CFR-Cosmic Fringe Radio, la web radio ufficiale del festival, con numerose trasmissioni che ospiteranno gli artisti presenti e permetteranno di commentare e approfondire gli spettacoli direttamente con chi li ha ideati. (aise)