Il Festival del Cinema Italiano torna ad Innsbruck

INNSBRUCK\ aise\ - Dopo il successo delle edizioni precedenti, torna ad Innsbruck il Festival del Cinema Italiano, progettato e promosso dall’Istituto italiano Dante Alighieri di Innsbruck, in programma da domenica 7 a martedì 9 novembre.
Anche quest’anno l’evento sarà ospitato dal Metropol Kino, dove verranno proiettati quattro film italiani. Da realtà più critiche e complesse ad episodi più allegri e divertenti, queste pellicole mettono in scena aspetti legati alla famiglia, filo conduttore di questa quinta edizione. Tutti i film saranno proiettati in lingua originale.
Piero Salituri, presidente dell’Istituto Dante Alighieri ad Innsbruck, afferma con soddisfazione che “il cinema italiano è sempre più apprezzato in Tirolo”. L’evento, infatti, si rivolge a tutti gli appassionati del cinema italiano e a tutti coloro che sono interessati a scoprire la cultura del Bel Paese in modo piacevole ed alternativo. Il Festival rafforza inoltre ogni anno di più il legame tra la città di Innsbruck e l’Italia. A tal proposito il sindaco della città di Innsbruck, Georg Willi, dichiara che “Innsbruck e l’Italia sono legati da un rapporto molto profondo, che ci consente, anche in questo particolare periodo, di restare a stretto contatto con l’arte, la cultura e la lingua del Bel Paese”. Sarà proprio il sindaco Willi ad inaugurare l’evento domenica 7 novembre.
Ospiti d’onore dell’evento saranno inoltre i Maestri Marco Gambardella e Giacomo Di Benedetto, anche noti come Dr. Giac. e Mr. Marc., artisti e ideatori del progetto Conosci Procida. Il progetto, che sarà presentato domenica 7 novembre durante la serata di inaugurazione, ha lo scopo di far conoscere e promuovere l’isola di Procida in qualità di Capitale Europea della Cultura 2022.
Come per le precedenti edizioni, anche quest’anno la manifestazione beneficia del supporto di molti partner. Fondamentale il sostegno dell’Ambasciata d’Italia di Vienna, della Città di Innsbruck e dell’ENIT di Vienna, i quali hanno contribuito all’iniziativa con un prezioso contributo. Il Festival gode inoltre del patrocinio dell’Istituto Italiano di Cultura di Vienna e del Consolato Onorario d’Italia ad Innsbruck.
Un sentito ringraziamento gli organizzatori rivolgono anche all’agenzia WeDot, al ristorante L’Osteria, alla caffetteria La Pausa e agli altri numerosi sponsor che hanno sostenuto la manifestazione. (aise)