#IOLEGGOACASA CON IL MAGGIO DEI LIBRI

#IOLEGGOACASA CON IL MAGGIO DEI LIBRI

ROMA\ aise\ - Da dieci anni Il Maggio dei Libri, campagna di promozione della lettura ideata dal Centro per il libro e la lettura del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, permette a lettori di tutte le età di condividere riflessioni, spunti e suggestioni attorno alle grandi storie custodite nei libri. Migliaia di iniziative si sono svolte in luoghi diversi e suggestivi, dove un pubblico sempre entusiasta e numeroso ha colorato piazze, biblioteche, teatri, scuole, librerie, laboratori...
Oggi, con la speranza di poter tornare presto a vivere e condividere quei momenti, Il Maggio dei Libri ha scelto di restare accanto alla propria comunità virtuale “abitando” lo spazio dei suoi canali social grazie alla campagna #ioleggoacasa, creata parallelamente a quella promossa dal MiBACT #iorestoacasa.
“In questi giorni in cui è indispensabile restare a casa”, spiega Angelo Piero Cappello, direttore del Centro per il libro e la lettura, “dobbiamo cogliere la rara possibilità di dedicare alcune ore a noi stessi. Ho pensato di creare la campagna #ioleggoacasa proprio per questo, perché il tempo libero si trasformi in un’occasione di crescita da dedicare alla lettura, e in cui andare alla scoperta, o alla riscoperta, dell’immenso patrimonio librario che abbiamo a disposizione”.
Molti gli scrittori e gli artisti che hanno raccolto l’invito di creare delle pillole video per consigliare alcuni titoli con cui affrontare il delicato momento che stiamo attraversando. Dopo la clip di lancio del direttore, che ha proposto i sempre attuali I promessi sposi di Alessandro Manzoni e L’amore ai tempi del colera di Gabriel García Márquez (Mondadori), e quella del presidente del Centro per il libro e la lettura Romano Montroni, con Il passato è una terra straniera (G. Carofiglio, Rizzoli), Il signor Cardinaud (G. Simenon, Adelphi) e Di guerra e di noi (M. Domini, Marsilio), hanno fatto seguito altri ottimi, pertinenti consigli.
Tra i tanti, Gianni Biondillo sprona ad andare Alla ricerca del tempo perduto, Gianrico Carofiglio regala un sorriso suggerendo quattro libri “umoristici” per rischiarare l’atmosfera (La mia famiglia e altri animali, G. Durrell, Adelphi; Vestivamo da Superman, B. Bryson, Guanda; Tre uomini in barca, J.K. Jerome, Feltrinelli; e Terra!, S.Benni, Feltrinelli), Paolo Di Paolo spalanca le finestre sul Sudamerica con Trance di Alan Pauls (SUR), del quale legge anche un breve estratto, e Paola Zannoner prende spunto dai piccoli Mumin di Magia d’estate della finlandese Tove Jansson per invitarci a superare con loro il “letargo” a cui siamo costretti.
Proseguendo, l’autore e consulente editoriale Alberto Rollo invita a riscoprire il grande classico di Victor Hugo I miserabili; Andrea Kerbaker torna a leggere Eugenio Montale partendo dalla celebre Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale; lo storico, saggista e giornalista Giordano Bruno Guerri condivide le sue ultime tre letture – Da animali a dèi (J. Noah Harari, Bompiani), Armi, acciaio e malattie (J. Diamond) e Pastorale americana (P. Roth), entrambi Einaudi – coinvolgendo anche i giovani figli Pietro e Nicola, alle prese con Diario di una schiappa. La legge dei più grandi (J. Kinney, Il Castoro) e l’emozionante romanzo Wonder, di R.J. Palacio (Giunti), e lo storico Giovanni De Luna riflette sull’attualità tramite il commento all’Elogio della mitezza di Norberto Bobbio.
Dal mondo della radio, la “cacciatrice di libri” di Radio24 Alessandra Tedesco propone Le creature di Massimiliano Virgilio (Rizzoli), la storia di un “fantasmino”, un bambino figlio di immigrati che nessuno vuole riconoscere, ambientato nella periferia di Napoli, mentre la violinista di fama internazionale Liliana Bernardi raccomanda due letture: Oh, quante cose vedrai! (Dr. Seuss, Mondadori), per intrattenere i più piccoli, e La sonata a Kreutzer, romanzo di Lev Tolstoji (Feltrinelli) da accompagnare, ovviamente, all’ascolto dell’omonima sonata di Beethoven da cui prende il nome.
E non finisce qui, perché a mobilitarsi per Il Maggio dei Libri sono stati anche gli artisti del piccolo e grande schermo come Giuseppe Maggio, uno dei personaggi della serie Netflix “Baby”, la cui passione per il mondo della settima arte si riflette anche nelle letture – il suo consiglio è stato Racconti di cinema (a cura di E. Morreale e M. Pierini, Einaudi) – Paolo Camilli, Fabio Pasquini e Stefano Venturi, pronti a guidarci tra narrativa, saggistica e poesia attraverso le letture di autori come Niccolò Ammaniti (Io non ho paura), Michela Murgia (Accabadora) – entrambi Einaudi –, Vittorio Cotronei (Passato remoto, MdS Editore), Kent Haruf (con i romanzi della “Trilogia della pianura”, NN editore) e Mariangela Gualtieri.
Fondamentale anche il contributo dei bookblogger che hanno risposto all’appello de Il Maggio dei Libri: mentre Giulia Ciarapica (@GiuliaCiarapix) ha realizzato una clip per invitare a lasciarsi catturare dalle atmosfere di Ethan Frome di Edith Wharton (Neri Pozza) e di L’anno in cui imparai a leggere di Marco Marsullo (Einaudi), in molti hanno raccontato le proprie letture del momento tramite post e Instagram stories, come @abookforadream, @altalenante_, @booktherapyblog, @essere_liberi_di_sognare, @readeat_libridamangiare, @storiedentrostorie, @unadiana_ e molti altri ancora.
Sempre sui social, non viene mai meno la grande collaborazione degli utenti che stanno partecipando all’iniziativa postando fotografie dei propri libri preferiti di sempre o del momento corredati dagli hashtag #imaggiodeilibri e #ioleggoacasa, dimostrando di aver interiorizzato al meglio l’invito del claim di questa decima edizione, se leggo scopro – illustrato da Mariolina Camilleri – e delle tre declinazioni tematiche: scoprire se stessi, scoprire gli altri, scoprire il mondo.
Consapevole dell’importanza del proprio compito di incentivare e diffondere i valori della lettura, Il Maggio dei Libri guarda avanti e si prepara ad accogliere le iniziative in banca dati (www.ilmaggiodeilibri.it/registrazione): è possibile aderire alla campagna inserendo qui le iniziative (anche quelle online, come dirette social, incontri e attività in live streaming, flash mob a distanza, ecc.) che si svolgeranno tra il 23 aprile e il 31 maggio, accompagnandole con descrizioni accattivanti e sintetiche e aggiungendo, se disponibile, un’immagine o una locandina (in pdf, jpg o jpeg). Per ispirarsi, inoltre, online anche le bibliografie tematiche suddivise per fascia d’età.
Il Maggio dei Libri è un’iniziativa del Centro per il libro e la lettura (Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo), con l’intervento di Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Ministero dell’Istruzione, Ministero dell’Università e della Ricerca, la partecipazione di Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e dell’ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani e con il patrocinio di Commissione Unesco.
Numerose collaborazioni sono in corso di definizione.
Hanno finora aderito: Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, AIE – Associazione Italiana Editori, ADEI – Associazione Degli Editori Indipendenti, AIB – Associazione Italiana Biblioteche, ALI – Associazione Librai Italiani, SIL – Sindacato Italiano Librai, Società Dante Alighieri, Istruzione Sistema Biblioteche di Roma, Associazione degli italianisti, Atlante digitale del ‘900 letterario, Teatro di Roma.
Media partner: Rai, Rai Cultura, Rai Radio Kids. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi