La bellezza del design italiano torna in Georgia

TBILISI\ aise\ - L’Italian Design Day torna in Georgia e raddoppia: quest’anno saranno due - oggi e domani – le giornate di eventi organizzati dall'Ambasciata d'Italia a Tbilisi con il Desk dell'Agenzia Ice per la promozione del design e dell'architettura italiani.
Grazie al coinvolgimento delle rispettive comunità scientifiche, accademiche e imprenditoriali, incluse prestigiose università e studi di architettura, saranno diversi gli eventi proposti nella due-giorni, con un'esperienza immersiva nella bellezza del design italiano.
L’Ambasciatore Enrico Valvo e il Ministro dello Sviluppo Regionale e delle Infrastrutture della Georgia, Irakli Karseladze, co-inaugureranno tre mostre, che rimarranno aperte al pubblico presso il Museum of Modern Art Zurab Tsereteli - MOMA di Tbilisi fino al 3 giugno.
La mostra preparata in collaborazione con il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (CNAPPC) ruoterà attorno al tema principale dell'iniziativa: “Re@Generation: Design and new technologies for a sustainable future”.
L'iconica rivista “Domus”, attraverso la sua edizione georgiana – la prima ad essere stata inaugurata e l'unica attiva in Europa orientale ed Eurasia – a partire da questo tema chiave elaborerà con una mostra strutturata attorno a una domanda evocativa: “Can History and The Future Cohabit?”.
A completamento del programma espositivo, saranno annunciati e inseriti nella mostra i progetti originali di giovani designer georgiani premiati dall'Ambasciata d'Italia e dall'Istituto Europeo di Design – IED nell'ambito del concorso di creatività dal titolo “When Italian Design Meets Georgian Creativity”.
L'Istituto Europeo di Design – IED metterà a disposizione del vincitore una borsa di studio a copertura totale in una delle proprie strutture in Italia, più un corso online di Smart Creativity per il secondo classificato, mentre l’Ambasciata offrirà un premio a sorpresa al vincitore del “Premio della Giuria".
Molti attori di rilievo nel campo dell'architettura e del design, tra cui rappresentanti di aziende, studiosi, esperti e ordini professionali, parteciperanno al workshop principale di domani, 31 maggio. Tra questi: l’Università di Firenze, il Master di Architettura Poli.design (fondato del Politecnico di Milano), l'Accademia di Belle Arti della Georgia e il Centro di Architettura, Design e Industrie Creative di Tbilisi, oltre al citato IED e alla redazione di Domus – Georgia.
Studi di architettura effettueranno presentazioni relative a progetti in atto, analizzando temi di interesse quali le applicazioni di tecniche più all'avanguardia nel campo della conservazione dei beni culturali, e i progressi registrati dalla "Vision" relativa alla rinomata località termale georgiana di Tskaltubo, volta a valorizzarne il potenziale di sviluppo turistico.
“Un'offerta ricca, con un obiettivo molto semplice”, sottolinea l’Ambasciata: “rendere sempre più accessibili in Georgia la conoscenza e la bellezza del design italiano, rafforzando i legami tra le rispettive comunità di addetti ai lavori e favorendo, a 360 gradi, la cooperazione con la Georgia nei settori correlati”. (aise)