Musica, architettura, parallelismi: a Taranto il MAP festival

TARANTO\ aise\ - Musica, architettura, parallelismi. C’è questo alla base della seconda edizione del MAP festival, in programma a Taranto dal 7 al 18 giugno, presentata oggi.
“La Puglia turistica continuerà a crescere se cresce Taranto e la sua provincia – ha spiegato l’assessore regionale al Turismo, Gianfranco Lopane -. La città ha un enorme potenziale turistico, per questo la programmazione culturale non può fermarsi. Questa seconda edizione del MAP Festival può rappresentare un’ulteriore opportunità per Taranto di essere la capitale del futuro in termini di sostenibilità e sviluppo. Gli ospiti internazionali, la sinergia tra musica e architettura, le installazioni on site per la città, permetteranno di valorizzare il patrimonio culturale, di attrarre visitatori e di coinvolgere il tessuto urbano. Un appuntamento da non perdere”.
“La bellezza di Taranto - ha aggiunto la consigliera delegata alle Politiche Culturali, Grazia Di Bari - è un valore fondamentale dell’offerta culturale della Puglia. La sua storia, gli itinerari culturali e turistici che impreziosiscono la Città dei due mari saranno al centro di questo festival. È un appuntamento centrale per la città, perché consente di riscoprire e di conoscere un patrimonio di luoghi, simboli, storie, emozioni e linguaggi, che rendono Taranto unica al mondo. Questa edizione esalterà proprio questo concetto: il festival sarà infatti itinerante e svilupperà nuove forme artistiche che coniughino musica e architettura. Piero Romano e la sua orchestra, con questo evento, hanno dimostrato che fare rete produce risultati incredibili. L'obiettivo della Regione Puglia è promuovere e valorizzare il patrimonio architettonico. Riempire i contenitori culturali per metterli a servizio della comunità. Taranto ci sta riuscendo attraverso la musica ed è questa la maniera migliore per restituire alla città bellezza ma anche opportunità economiche".
Il MAP Festival è un progetto originale dell’Orchestra della Magna Grecia, promosso dal Comune di Taranto e dall’Arcidiocesi di Taranto con il patrocinio del Ministero della Cultura e della Regione Puglia. Ricco il programma di eventi del festival, alla presenza di personalità internazionali, in cui si racconterà un nuovo modo di interpretare il patrimonio culturale della nostra regione. (aise)