CORONAVIRUS/ L'IMPEGNO DELLA FARNESINA PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

CORONAVIRUS/ L

ROMA\ aise\ - La Farnesina continua ad essere impegnata in prima linea per il supporto agli italiani all'estero, attraverso l’Unità di Crisi, le Ambasciate e i Consolati italiani nel mondo. Si lavora per individuare, in costante raccordo con le autorità dei Paesi esteri, mezzi e itinerari per il rimpatrio di tutti coloro che vogliono tornare. Tutta la rete diplomatico-consolare è al lavoro senza sosta per diffondere informazioni utili ai connazionali e agevolarne il ritorno.
Da quando è iniziata la crisi legata al covid-19, grazie alla preziosissima collaborazione delle compagnie aeree, con particolare riferimento ad Alitalia e Neos, sono stati organizzati circa 150 tra voli in deroga alla programmazione ordinaria o altri tipi di collegamenti, che hanno permesso di riportare a casa e in sicurezza più decine di migliaia di connazionali da 22 Paesi.
La notte scorsa sono atterrati due voli Neos, compagnia aerea del Gruppo Alpitour, per rimpatriare dall’Argentina altri 500 connazionali. Inoltre è arrivato a Milano Malpensa anche un volo umanitario di Neos con materiale sanitario proveniente dalla Cina.
Tutte le informazioni sono raccolte e continueranno ad essere diffuse in tempo reale sul sito ViaggiareSicuri.it dell’Unità di Crisi della Farnesina e sui siti delle Ambasciate e dei Consolati. (aise)


Newsletter
Archivi