Unicef: raddoppiato in un mese il numero di bambini uccisi in Yemen

GINEVRA\ aise\ - "La violenza è rapidamente aumentata dall'inizio dell'anno, prendendo una svolta ripida in diverse località dello Yemen. Secondo i rapporti, il numero di bambini uccisi solo dall'inizio dell'anno è di 17. È quasi il doppio rispetto a tutto il mese di dicembre”. Drammatiche le notizie riportate da Ted Chaiban, Direttore regionale dell'UNICEF per il Medio Oriente e il Nord Africa, che sottolinea come i bambini “continuino ad essere quelli che pagano di più e per primi per quasi sette anni di uno dei conflitti armati più brutali della storia recente”.
Per questo, aggiunge, l’Unicef “invita le parti in conflitto in Yemen e coloro che hanno influenza su di loro a proteggere i civili, compresi i bambini, in ogni momento. Le aree popolate dai civili e le infrastrutture civili, comprese le strutture educative e mediche, non devono mai essere un obiettivo e dovrebbero essere sempre protette”.
Da quando il conflitto si è intensificato nello Yemen, continua Chaiban, l'Unicef ha “verificato che più di 10.000 bambini sono stati feriti o uccisi. Il numero reale è probabilmente molto più alto. Troppi bambini sono colpiti in una guerra che non hanno deciso loro. È giunto il momento che coloro che combattono fermino la violenza e raggiungano una soluzione politica”.
“Questo – conclude il Direttore regionale di Unicef - è l'unico modo per risparmiare le vite dei bambini e prevenire ancora più miseria e dolore per le famiglie coinvolte in questo conflitto". (aise)