Dal Parlamento europeo le linee guida per l’uso dell’intelligenza artificiale in campo militare e civile

BRUXELLES\ nflash\ - L'intelligenza artificiale deve essere soggetta al controllo umano, in modo da essere corretta o disabilitata in caso di comportamenti imprevisti. Ad affermarlo è il Parlamento europeo che ieri ha approvato una risoluzione in cui sottolinea la necessità di un quadro giuridico comunitario sull’IA con definizioni e principi etici, che coprano anche il suo impiego in campo militare. Nella risoluzione – adottata con 364 voti favorevoli, 274 contrari e 52 astensioni – gli eurodeputati chiedono all’UE e agli Stati membri di garantire che l’IA e le tecnologie ad essa correlate siano incentrate sull’uomo (ovvero destinate al servizio dell’umanità e del bene comune). (nflash)