I PRIGIONIERI ITALIANI DELL’ÎLE-SAINTE-HÉLÈNE - DI FABRIZIO INTRAVAIA

MONTREAL\ nflash\ - Quella del campo d’internamento S/43 è “una pagina poco nota della storia di Montréal”: ne parla Fabrizio Intravaia in un articolo pubblicato sul Corriere Italiano, giornale on line in lingua italiana che lo stesso Intravaia dirige a Montreal. Vi “furono tenuti prigionieri, per tre anni, dal 1940 al 1943, 400 tra civili e marinai (della marina mercantile) italiani. Tutti avevano un denominatore comune: quello di vivere e lavorare in Gran Bretagna. L’entrata in guerra dell’Italia accanto alla Germania, avvenuta il 10 giugno del 1940, portò le autorità britanniche, così come quelle canadesi, a dichiarare e a considerare gli italiani residenti sul loro territorio come dei “nemici stranieri” (“enemy aliens”) e in quanto tali potenzialmente pericolosi per la sicurezza interna”. (nflash) 

Newsletter
Archivi