UNGARO (PD): I RITARDI CONSOLARI DELL’ISCRIZIONE ALL’AIRE NON DEVONO PENALIZZARE I NOSTRI CONNAZIONALI

ROMA\ nflash\ - Il ritardo dei Consolati nell’iscrivere i connazionali all’Aire può penalizzare gli italiani che si trasferiscono all’estero, ad esempio nei rapporti con il fisco italiano e l’Agenzia delle entrate. È quanto sostengono i parlamentari Pd eletti in Europa, Massimo Ungaro, Angela Schirò e Laura Garavini, che, nei rispettivi rami del Parlamento, hanno presentato una interrogazione al Ministro Tria. (nflash)

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi