VIOLENZE IN MYANMAR: LA “FERMA CONDANNA” DEI MINISTRI DEGLI ESTERI DEL G7

ROMA\ nflash\ - "Noi, i ministri degli esteri del G7 di Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti d'America e l'Alto rappresentante dell'Unione europea condanniamo fermamente la violenza commessa dalle forze di sicurezza del Myanmar contro le proteste pacifiche”. Inizia così la dichiarazione dei ministri degli Esteri del G7, tra cui l’italiano Luigi Di Maio, sulle violenze in Myanmar, dove continuano le manifestazioni di protesta dopo il colpo di stato. (nflash)

Newsletter
Archivi