11 settembre: vent’anni fa l’attentato che cambiò il mondo

ROMA\ aise\ - Sono passati 20 anni dagli attentati dell’11 settembre 2001, quando due aerei di linea americani vennero dirottati sulle Twin Towers del World Trade Center.
Gli aerei dirottati da 19 terroristi furono 4: due contro le Torri gemelle, appunto; uno contro il Pentagono, un altro contro la Casa Bianca, l’unico, quest’ultimo, a finire la sua corsa prima dell’impatto grazie alla ribellione dei passeggeri che lo fecero precipitare in un terreno isolato. Mandante degli attentati Osama Bin Laden che aveva trovato rifugio in Afghanistan dove 20 anni iniziò la “missione” dell’Occidente conclusa poche settimane fa nel modo peggiore, cioè con i talebani di nuovo al potere.
Quasi 3000 le vittime di quell’11 settembre - tra cui molti italiani – cui è dedicato il Memoriale costruito a New York al posto delle torri: i loro nomi sono incisi nel bronzo di due vasche che costituiscono il punto centrale del monumento. La vasca situata a nord e quella a sud occupano esattamente il posto di dove si trovavano una volta le due torri.
Tante le commemorazioni organizzate in tutto il mondo in occasione del ventennale, sia in presenza che da remoto.
Tra queste ultime anche quella promossa dal Consiglio generale degli italiani all’estero oggi alle 17.30: una videoconferenza alla quale assieme alle Consigliere e ai Consiglieri parteciperanno personalità italiane e rappresentanti istituzionali americani e italiani.
A New York il Consolato generale d’Italia organizza ogni anno la lettura dei nomi delle vittime italiane dell’attentato di fronte la sede di Park Avenue. Soltanto l’anno scorso, a causa delle restrizioni dovute al covid, la cerimonia è stata ospitata all’interno della sede, ma trasmessa sui canali social del Consolato per favorirne la più ampia partecipazione. (aise)