FELLINI 100 A HONG KONG

FELLINI 100 A HONG KONG

HONG KONG\ aise\ - L'Istituto Italiano di Cultura di Hong Kong ha voluto celebrare il centenario della nascita di Federico Fellini con una retrospettiva completa delle sue opere cinematografiche, una mostra e un concerto con le musiche di Nino Rota tratte dai film più iconici del regista italiano.
Organizzato in collaborazione con The Hong Kong International Film Festival Society e supportato dal Consolato Generale d'Italia a Hong Kong, il programma FELLINI 100 presenterà ventiquattro film, la maggior parte dei quali digitalmente restaurati da Luce Cinecittà, Cineteca di Bologna e Cineteca Nazionale.
Per l'occasione è stata creata una key-art ad hoc del programma ispirata al look iconico di Giulietta Masina, moglie e musa de La Strada di Fellini.
Sei dei più celebri capolavori di Fellini saranno presentati alla 44° edizione dell'Hong Kong International Film Festival (HKIFF44), in programma dal 18 al 31 agosto, tra cui le quattro opere del regista premiate con l'Oscar per il miglior film in lingua straniera: La Strada (1954), che ha segnato la sua svolta nella carriera; Le notti di Cabiria (1957), che fruttò a Giulietta Masina il premio come migliore interprete femminile al Festival di Cannes; 8 e ½ (1963), ampiamente acclamato come una delle pietre miliari del cinema con le sue riflessioni spirituali e artistiche; e Amarcord (1973), uno dei film più noti del regista riminese .
A completare il programma si aggiungono La Dolce Vita (1960), film vincitore della Palma d'Oro che ha portato Fellini alla fama internazionale e ha iniziato la sua collaborazione creativa con il leggendario Marcello Mastroianni, e Roma (1972), il suo tributo alla Città Eterna che si propone come uno spettacolo cinematografico stravagante.
L'Hong Kong International Film Festival ospiterà anche una mostra di fotografie, poster rari e disegni fatti a mano da Fellini in prestito dalla Cineteca di Bologna, oltre a un concerto delle memorabili colonne sonore scritte da Nino Rota per i film di Fellini, che sarà diretto da Lorenzo Antonio Iosco.
Il programma FELLINI 100 durerà fino alla fine dell'anno con la proiezione dei restanti diciotto film del regista in due edizioni bimestrali da settembre a dicembre 2020. Sono incluse le seguenti pellicole: Luci del varietà (1950); I Vitelloni (1953); Giulietta degli spiriti (1965); Fellini Satyricon (1969); Il Casanova di Federico Fellini (1976); La città delle donne (1980); Ginger e Fred (1986); il suo ultimo capolavoro La voce della Luna (1990); e i tre cortometraggi L'amore in città (1953), Boccaccio '70 (1962) e Tre passi nel delirio (1968).
Considerato uno dei maggiori registi della storia del cinema, nell'arco di quarant'anni Federico Fellini (1920-1993) ha "ritratto" in decine di lungometraggi una piccola folla di personaggi memorabili. Fellini iniziò la sua carriera come sceneggiatore per Roberto Rossellini per Roma città aperta (1945). Passò presto dal Neorealismo postbellico al suo stile distintivo, inventando un mondo fantastico costruito da spettacoli carnevaleschi, immagini oniriche e scenari bizzarri per esplorare temi di memoria, desiderio ed espressione artistica. Le sue opere fantasmagoriche, che erano allo stesso tempo divertenti, fantasiose e sconcertanti, lasciano un'eredità che continua a stupire e ispirare generazioni di registi.
Federico Fellini 100 fa parte del Federico Fellini 100 Tour, una serie di eventi organizzati come omaggio a Federico Fellini (1920–1993), che viaggerà nei principali musei e istituzioni cinematografiche di tutto il mondo, coordinato da Paola Ruggiero e Camilla Cormanni di Luce Cinecittà. Tutti i film (se non diversamente indicato) sono stati restaurati digitalmente da Luce Cinecittà, Cineteca di Bologna e Cineteca Nazionale. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi