“Giornata Qualità Italia”: premiate a Roma le eccellenze Made in Italy

ROMA\ aise\ - Dopo lo stop imposto dall’emergenza sanitaria legata alla pandemia di Covid-19, torna la “Giornata Qualità Italia” del Comitato Leonardo, con la consegna, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dei Premi Leonardo 2019, riconoscimenti alla qualità e al valore delle aziende italiane. Alla cerimonia presso Palazzo Barberini, a Roma, hanno preso parte la Presidente del Comitato Leonardo, Luisa Todini, il Presidente di ICE Agenzia, Carlo Ferro, il Presidente dei Giovani Imprenditori Confindustria, Riccardo Di Stefano, e il Sottosegretario agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale, Manlio Di Stefano.
L’iniziativa è promossa dal Comitato Leonardo, nato nel 1993 dall’idea comune del Sen. Sergio Pininfarina e del Sen. Gianni Agnelli, dell’Agenzia ICE, di Confindustria e di un gruppo di imprenditori, con l’obiettivo di diffondere e rafforzare l’immagine di eccellenza dell’Italia nel mondo. Tra i soci del Comitato Leonardo sono presenti oltre 130 aziende il cui fatturato complessivo è di 380 miliardi di euro, quasi il 23% del PIL italiano, con una quota export media pari al 56% e 1,2 milioni di addetti.
“Dopo lunghi mesi in cui la paura si è mescolata al coraggio, torniamo a celebrare la qualità e l’eccellenza produttiva italiane con occhi nuovi verso il futuro” ha dichiarato Luisa Todini, Presidente del Comitato Leonardo. “Le nostre aziende sono protagoniste della ripresa, come dimostra il 6% di crescita nel 2021. Ripresa: è questa la parola chiave che più ci rappresenta in questo momento storico e ci piace più di resilienza. Ripresa che, come ci ha insegnato l’emergenza sanitaria globale, non può più prescindere da valori fondamentali quali il rispetto per l’ecosistema ambientale e sociale, la responsabilità, la creazione di valore condiviso. Deve continuare la costruzione di una narrazione nuova per il made in Italy che, facendo leva sulla tradizione, coniughi tecnologia ed innovazione sostenibile, valorizzando la nostra unicità sui mercati internazionali. Unicità ben rappresentata oggi dai nostri premiati, esponenti dell'eccellenza imprenditoriale italiana, a cui quest'anno si aggiunge un riconoscimento speciale per quella ospedaliera, simbolo della straordinaria capacità di risposta alla pandemia di chi è stato e continua ad essere in prima linea.”
“Tornare in presenza a premiare le eccellenze che si sono distinte nella promozione del Made in Italy nel mondo, in una fase di ripartenza delle fiere internazionali, dell’economia e dell’export grazie ai risultati della campagna vaccinale, è un grande risultato” afferma Carlo Ferro, Presidente di ICE Agenzia. “Un risultato del Paese da consolidare nell’interesse della vita e della salute ma anche del benessere sociale ed economico per tutti. Abbiamo dedicato un’edizione speciale 2020 del Premio Leonardo agli operatori del sistema sanitario nazionale per esprimere la nostra gratitudine a chi ha aiutato gli altri e servito il Paese sul fronte dell’emergenza sanitaria. Oggi siamo qui per premiare alcuni campioni di eccellenze storiche e nuove tendenze, esempi delle radici profonde del posizionamento del Made in Italy sui mercati globali. Il Sistema Paese è a fianco delle imprese nella ripartenza con reazione e con visione. E come ICE vogliamo contribuire con 15 nuove azioni avviate nell’ambito del Patto per l’Export per ammodernare e per rendere più fruibili alle PMI i servizi di assistenza all’internazionalizzazione. Congratulazioni ai premiati.”
“La nostra forza è rappresentata dall’indiscutibile qualità e riconoscibilità dei nostri prodotti” ha dichiarato Riccardo Di Stefano, Presidente Giovani Imprenditori Confindustria. “Il Made in Italy è vivo e tenace. La sfida, ora, è capire come trasformare le nostre imprese: rafforzare i canali di vendita digitale, stabilizzare le relazioni internazionali e preservare e aumentare la riconoscibilità. La crisi ha chiesto alle nostre aziende di essere veloci. È stato necessario rispondere, digitalizzarsi, reinventarsi. Chiudersi e riaprirsi. Rapidamente. E le imprese lo hanno fatto, maturando una straordinaria duttilità”.
"La Giornata Qualità Italia ci permette di costruire quella “narrazione del futuro” del nostro Paese, qual essa è e intende rimanere: una potenza industriale all’avanguardia e un grande Paese di trasformazione, sostenibile e innovativo” ha dichiarato Manlio Di Stefano, Sottosegretario agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale. “Infatti in questa Giornata premiamo realtà imprenditoriali appartenenti a settori diversi ma accomunate non solo dalla qualità dei loro prodotti, bensì anche dalla continua attenzione all’innovazione tecnologica, fattore divenuto ormai imprescindibile per l’affermazione delle nostre imprese sui mercati esteri. Con questa consapevolezza di fondo, la Farnesina è in prima linea per valorizzare e presentare in chiave moderna le eccellenze italiane, mettendo in luce punti di forza meno conosciuti del nostro Paese all’estero."
Il Premio Leonardo 2019, riservato ad un personaggio che si sia particolarmente distinto nel promuovere l’immagine dell’Italia nel mondo, è stato conferito quest’anno ad Andrea Illy, Presidente illycaffè. Come imprenditore, Illy è un convinto sostenitore della stakeholder company e della responsabilità d’impresa nella costruzione di una società migliore.
I Premi Leonardo Qualità Italia 2019, che premiano qualità, innovazione e vocazione all’export, sono stati assegnati a 4 eccellenze made in Italy di diversi settori industriali: Allegrini (Socio Amministratore Marilisa Allegrini), azienda familiare dedita alla produzione del vino da generazioni ed impegnata in prima linea nella valorizzazione e promozione della Valpolicella; Avio (Amministratore delegato Giulio Ranzo), gruppo internazionale leader nel settore dei lanciatori spaziali, nella propulsione e nel trasporto spaziale; Fabbri 1905 (Amministratore delegato Nicola Fabbri), holding familiare alla quinta generazione, nota in tutto il mondo per la sua amarena, produce e distribuisce oltre 1.300 prodotti tra liquori, sciroppi e ingredienti per il gelato e la pasticceria artigianali; Flou (Presidente e AD Massimiliano Messina), leader internazionale nella produzione di letti e arredi di design per il living.
Il Premio Leonardo International 2019 è stato conferito a Beda Bolzenius, Presidente e AD Marelli, che, attraverso la propria attività di manager, con l’investimento in Magneti Marelli e la creazione del Brand globale Marelli, ha contribuito a rafforzare i rapporti di collaborazione economica e commerciale tra le imprese italiane e giapponesi, rappresentando uno straordinario esempio di come gli investitori stranieri possano contribuire a rafforzare la competitività e la capacità di innovazione dell’industria italiana.
Inoltre quest’anno è stato istituito il Premio Leonardo Impresa Storica, assegnato a Fratelli Piacenza (Presidente Guido Piacenza), azienda attiva nella lavorazione della lana dai primi decenni del ‘700, che da oltre tre secoli tesse le fibre più pregiate del mondo, con un know-how tramandato di padre in figlio: un ciclo completo dalle materie prime di altissima qualità, selezionate nel rispetto della natura e delle comunità locali, alla creazione di tessuti e capi di abbigliamento.
Anche quest’anno il Comitato Leonardo, in collaborazione con il MISE e l’Agenzia ICE, ha assegnato il Premio Leonardo Start Up ad una realtà ad alto tasso di innovazione: Bioscience Genomics (Founder Giuseppe Mucci) uno spin off accademico, partecipato da Bioscience Institute spa di San Marino e dall’Università Tor Vergata di Roma, focalizzato sul sequenziamento del DNA fetale circolante nel sangue materno ed il DNA libero circolante nell’individuo per analisi genetiche avanzate in medicina fetale e prevenzione oncologica.
Novità di quest’anno, infine, il Premio Leonardo Speciale 2021, conferito all’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive IRCCS “Lazzaro Spallanzani” di Roma, per la capacità dimostrata nella risposta alla pandemia, sia nell’attività di cura che in quella di tracciamento e testing.
Come ogni anno, la Cerimonia è stata anche l’occasione per consegnare i Premi di Laurea, finanziati da imprenditori soci del Comitato Leonardo, iniziativa che da 22 anni premia le migliori tesi sull’eccellenza del Made in Italy. Quest’anno i Premi erano 11, in diversi settori: moda, alimentare, energia, innovazione tecnologica, gioielleria, grande distribuzione, sport, internazionalizzazione delle imprese italiane. (aise)