Nasce il Servizio Civile italo-francese

ROMA\ aise\ - La ministra per le politiche giovanili, Fabiana Dadone, e la Segretaria di Stato per la gioventù, educazione e lo sport della Repubblica Francese, Sarah El Hairy, hanno firmato ieri a Parigi l’accordo di cooperazione bilaterale in ambito giovanile tra Francia e Italia.
Attraverso questo accordo, Italia e Francia intendono promuovere la mobilità e lo scambio di giovani volontari tra i due paesi nell’ambito dei rispettivi programmi di servizio civile.
“Partendo dai giovani dei nostri Paesi – ha spiegato Dadone - vogliamo dare un segnale forte di quali siano le priorità e la strada da percorrere nel 2022, intensificando e triplicando gli scambi, all’interno dei programmi nazionali del servizio civile. In sede di firma con la mia omologa Sarah El Hairy, abbiamo condiviso la volontà di ampliare, fino ad un totale di 1000, lo scambio di giovani all’interno della programma del servizio civile Italo francese”.
Con questa nuova intesa si promuovono la mobilità e lo scambio tra i giovani volontari italiani e francesi. I volontari e le volontarie del Servizio Civile Universale del nostro Paese potranno infatti contribuire ai progetti francesi, e viceversa.
Nasce quindi ufficialmente il Servizio Civile italo-francese, primo atto ufficiale che segue il cosiddetto Trattato del Quirinale, firmato dal Presidente del Consiglio, Mario Draghi, e dal Presidente della Repubblica Francese, Emmanuel Macron, il 26 novembre scorso. (aise)