2 GIUGNO/ IL MESSAGGIO DELL'AMBASCIATORE GUARIGLIA AI CONNAZIONALI IN SPAGNA

2 GIUGNO/ IL MESSAGGIO DELL

MADRID\ aise\ - “Sono stati, questi, 74 anni di pace per l’Italia, garantiti dai valori di libertà, giustizia e democrazia su cui si fonda la nostra Costituzione, riferimento per ogni cittadino e guida per chiunque sia chiamato a responsabilità istituzionali”. Così l’Ambasciatore italiano a Madrid, Riccardo Guariglia, nel messaggio ai connazionali in occasione della Festa della repubblica.
“Quest’anno, a causa della crisi legata al COVID-19 ed in considerazione delle esigenze di sicurezza e di distanziamento sociale adottate per far fronte alla pandemia, non è stato purtroppo possibile organizzare nemmeno il tradizionale ricevimento in Ambasciata, né si svolgerà la festa “Passione Italia”, a cui gli amici madrileni hanno dimostrato di essere negli anni molto legati. È una decisione – sottolinea l’ambasciatore – che riguarda tutta la rete diplomatica italiana all’estero e che assume ancora più importanza qui, in Spagna, in questi giorni in cui partecipiamo in modo più che solidale al lutto nazionale decretato dalle Autorità spagnole”.
“Per ricordare questi mesi così difficili, che resteranno a lungo scolpiti nella nostra memoria, ma anche per guardare avanti, il Ministero italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha realizzato un e-book, dal titolo “Piazze (In)visibili”, che ritrae 20 piazze italiane, immortalate nel periodo tra marzo e l’inizio maggio in cui il nostro Paese, come buona parte del resto del mondo, ha vissuto la difficile fase del confinamento. Scaricabile a questo link, - spiega Guariglia – il volume vuole essere un omaggio per tutti coloro che avrebbero partecipato ai nostri eventi in occasione del 2 giugno, in Ambasciata e in altri luoghi di Madrid, e vuole al tempo stesso celebrare idealmente i luoghi italiani dell’incontro e della socialità, che tanto ci sono mancati in questo periodo”.
“L’ho detto nel mio messaggio di saluto e lo ribadisco ora: viviamo un momento assai difficile della nostra storia comune, ma – rimarca l’ambasciatore – sono certo che l’amicizia che ci lega e lo straordinario patrimonio di rapporti bilaterali ci aiuteranno a ripartire, con risultati di grande soddisfazione. È questo, ora più che mai, il momento dell’unità: soltanto la via della collaborazione e del dialogo ci permetterà di promuovere il mutuo interesse nelle nostre società, così duramente colpite dal virus, e nella comunità internazionale, a partire dalla casa comune europea”, conclude. “Buon 2 giugno, buona Festa Nazionale a tutti, cari connazionali in Spagna e ad Andorra e cari amici di questi due Paesi che amano l’Italia!”. (aise) 

Newsletter
Archivi