Brasilia: l’ambasciatore Azzarello presiede la riunione di sistema tra rete diplomatico-consolare e collettività italiana

BRASILIA\ aise\ - L'ambasciatore d'Italia a Brasilia, Francesco Azzarello, ha presieduto la riunione di sistema dei diversi organi rappresentativi della comunità italiana in Brasile con la rete diplomatico-consolare per discuterne i principali problemi, in un'ottica di risultato cooperativo. Hanno partecipato il senatore Fabio Porta, il direttore generale per gli italiani all'estero e le politiche migratorie del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Vignali, i membri del Consiglio Generale degli italiani all'estero Stephania Putton, Daniel Taddone Neves, Walter Antonio Petruzziello e Silvia Alciati, i presidenti dei Comitati degli italiani all'estero Salvatore Mayer, Ana Maria Cani, Eduardo Cechinel Bonetti, Emir José Parisotto, Dimitri Fazito, Adriana Romano e Frederico Tojal Cianni, i consoli generali Domenico Fornara, Paolo Miraglia, Salvatore Di Venezia e Roberto Bortot, la console Nicoletta Fioroni, il reggente Maurizio Fedeli e il capo della Cancelleria Consolare dell'Ambasciata d'Italia a Brasilia e coordinatore della rete consolare in Brasile Carlo Jacobucci.
In apertura dei lavori l'ambasciatore Azzarello ha sottolineato la piena ripresa dei servizi consolari in presenza in favore dei connazionali e non in Brasile, sottolineando il costante impegno di tutta la rete consolare a smaltire gli arretrati, nonostante la perdurante situazione pandemica e le carenze di risorse attualmente disponibili.
Al centro del dibattito gli esiti delle recenti elezioni dei membri del CGIE e dei referendum abrogativi 2022, su cui il direttore generale Vignali ha tra l’altro sottolineato gli ingenti sforzi istituzionali e, di conseguenza, della rete consolare in favore di una capillare campagna di comunicazione e sensibilizzazione degli italiani residenti all'estero per l'esercizio dell'opzione di voto.
Con i rappresentanti delle collettività italiane sono state approfondite questioni giuridico-operative sul voto all’estero in vista dei prossimi impegni elettorali e si è discusso di servizi consolari.
È stato da tutti espresso apprezzamento per l’impegno e lo spirito di collaborazione fra strutture diplomatico-consolari e rappresentanti ed organi rappresentativi delle collettività. (aise)