Corea: niente quarantena per i vaccinati dall’estero

SEOUL\ aise\ - La Korean Disease Control and Prevention Agency (KDCA) ha comunicato in queste ore che a partire da oggi, 5 maggio, è in vigore in Corea del Sud l’esenzione dalla quarantena per i viaggiatori che rientrano dall’estero e che hanno completato la vaccinazione in territorio coreano. A Comunicarlo l’Ambasciata d'Italia in Corea sul proprio sito.
L’esenzione si applica a condizione che: la vaccinazione sia stata completata in Corea; le inoculazioni (o inoculazione per i vaccini monodose) siano state effettuate in territorio coreano prima della partenza per l’estero; siano trascorsi almeno 14 giorni dal completamento della vaccinazione; si sia in possesso di un “Certificato di Immunizzazione”. Una copia cartacea o digitale andrà presentata, dopo l’ingresso in Corea, all’ente pubblico sanitario del “Gu” (distretto) di competenza; si sia in possesso di un certificato di negatività al tampone PCR COVID-19 al momento dell’ingresso in Corea; non vi siano sintomi da COVID-19.
Chi è esente dalla quarantena è sottoposto a monitoraggio attivo per 14 giorni, durante i quali è previsto l’obbligo di due tamponi PCR. Il periodo di sorveglianza attiva si conclude al 14mo giorno in caso di negatività a entrambi i tamponi PCR.
L’esenzione non si applica agli arrivi da Paesi a rischio varianti COVID-19, a oggi Sudafrica, Malawi, Botswana, Mozambico, Namibia, Tanzania, Brasile, Suriname, Paraguay.
L’esenzione si estende ai casi di “contatto diretto” con persona positiva al COVID per coloro che hanno completato la vaccinazione in Corea e a condizione che siano trascorsi almeno 14 giorni dal completamento della vaccinazione.
Le Autorità coreane forniranno indicazioni sulla possibilità di riconoscere gradualmente come validi ai fini dell’esenzione dalla quarantena i certificati di immunizzazione rilasciati all’estero. (aise)