INAUGURATA A CHONGQING "FARE CINEMA: FROM VENICE TO CHINA - II SETTIMANA DEL CINEMA ITALIANO NEL MONDO"

INAUGURATA A CHONGQING "FARE CINEMA: FROM VENICE TO CHINA - II SETTIMANA DEL CINEMA ITALIANO NEL MONDO"

CHONGQING\ aise\ - Si è tenuta ieri, 26 maggio, presso il cinema UME del centro commerciale Paradise Walk di Daping a Chongqing la cerimonia di inaugurazione di "Fare cinema: from Venice to China - II Settimana del Cinema Italiano nel Mondo", rassegna cinematografica italiana organizzata dal Consolato Generale d'Italia a Chongqing in collaborazione con: Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, ANICA, Dipartimento per il Cinema della Municipalità di Chongqing, Sina Chongqing e UME Cineplex-Chongqing.
Giunta alla sua seconda edizione, "Fare cinema" mira a favorire la diffusione all'estero della produzione cinematografica italiana di qualità nell'ambito del progetto di promozione integrata del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale "Vivere all’italiana", che si fonda su una strategia pluriennale e sull'azione coordinata di attori pubblici e privati.
Nel corso dell'edizione di quest'anno il Consolato Generale d'Italia a Chongqing avrà il piacere di presentare a Chongqing tre pellicole provenienti dalla Mostra Internazionale.
"Da Ermanno Olmi a Michelangelo Antonioni, da Federico Fellini a Bernardo Bertolucci: quasi tutti i grandi Maestri italiani hanno calcato il tappeto rosso del Festival, nella suggestiva cornice del Lido di Venezia, fianco a fianco con registi di fama internazionale e star di Hollywood, segno di come il cinema italiano abbia sempre costituito un punto di riferimento a livello mondiale", ha affermato, nel suo discorso di apertura, il vice console d'Italia a Chongqing Davide Castellani, che ha poi reso omaggio alle tante professionalità che hanno reso grande il cinema italiano. "Non solo attori e registi, ma anche sceneggiatori, direttori della fotografia, scenografi, compositori, costumisti, truccatori, montatori, che, grazie alle elevate competenze tecniche, fanno funzionare la complessa macchina cinematografica e contribuiscono in modo determinante al successo del nostro cinema in Italia e all'estero".
Il vice console Castellani ha infine sottolineato l'importanza degli eventi di promozione culturale in un'ottica di rafforzamento del dialogo e degli scambi bilaterali tra Italia e Cina, ringraziando le autorità locali per il sostegno ricevuto.
Dopo il taglio del nastro è stato proiettato il primo dei tre film previsti dalla rassegna: "Ammore e malavita" (Manetti Bros, 2017).
La manifestazione proseguirà martedì 28 e mercoledì 29 maggio, presso il cinema UME del centro commerciale Dongyuan 1891 a Nanbin road, con altre due proiezioni: "Il posto" (Ermanno Olmi, 1961) e "La profezia dell'armadillo" (Emanuele Scaringi, 2018). (aise)


Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli