SCENARI POST COVID: L’AMBASCIATORE VARRICCHIO AL DIBATTITO DELL'ATLANTIC COUNCIL

SCENARI POST COVID: L’AMBASCIATORE VARRICCHIO AL DIBATTITO DELL

WASHINGTON\ aise\ - L’Ambasciatore d’Italia a Washington, Armando Varricchio, ha partecipato ieri ad una discussione organizzata dal prestigioso think-tank Atlantic Council di Washington sugli scenari post Covid-19. Alla discussione, oltre alla coordinatrice della Task Force Coronavirus della Casa Bianca Deborah Birx, erano presenti anche gli Ambasciatori delle dieci principali democrazie al mondo (cosiddetto D-10: Australia, Canada, Corea del Sud, Francia, Germania, Giappone, Italia, Regno Unito, Stati Uniti e Unione Europea).
Per la prima volta, il Consiglio Atlantico ha deciso di aprire la discussione nel formato D-10 al pubblico e trasmesso il dibattito live sul proprio canale Twitter.
La discussione – riporta l’Ambasciata – ha messo in luce la grande collaborazione tra i dieci Paesi ed a livello internazionale e consentito un'analisi delle diverse risposte fornite per contenere il contagio e combattere il virus. Nel corso della conversazione si e' anche parlato dell'esigenza di individuare un giusto equilibrio tra misure restrittive e la riapertura economica per uscire dalla crisi causata dal Covid-19 e si è sottolineato il cambiamento in atto del concetto di sicurezza nazionale.
Birx ha confermato la grande collaborazione esistente a livello internazionale sulla ricerca di un vaccino e lodato lo scambio di informazioni avvenuto soprattutto con alcuni Paesi europei (l'Italia in particolare) che ha consentito "di salvare tantissime vite negli USA".
Varricchio ha ricordato come l'Italia sia stata la prima democrazia a fronteggiare il Covid-19 e lo abbia fatto attraverso "un approccio trasparente e collaborativo, condividendo informazioni con la comunità internazionale e grazie al senso di responsabilità ed unita' che ha contraddistinto la risposta dei cittadini".
L'Ambasciatore ha sottolineato come oltre alla difesa della salute dei cittadini e la ripresa dell'economia, "l'Italia abbia seguito le indicazioni della scienza e stia ora guardando al futuro con l'obiettivo di costruire società più resilienti e preparate per fronteggiare crisi simili in futuro". Sia l'Ambasciatore Varricchio che l'Ambasciatore dell'Unione Europea Stavros Lambrinidis hanno sottolineato l'importanza dei valori che accomunano le democrazie e convenuto sulla forza e coesione della reazione dell'Unione Europea che ha dimostrato il suo ruolo fondamentale anche nel campo della sanità a beneficio della salute dei cittadini degli Stati Membri. L’Ambasciatore Varricchio ha sottolineato con forza come la collaborazione tra UE e USA sia fondamentale per costruire il futuro del pianeta.
L'Ambasciatore aveva partecipato in mattinata ad un separato evento a porte chiuse organizzato dalla US Chamber of Commerce, la principale associazione imprenditoriale americana, con i rappresentanti delle principali corporations USA interessati alla situazione dell'Italia. Anche in questo contesto sono stati valorizzati la risposta italiana alla pandemia e i provvedimenti del Governo per il rilancio dell'economia, della produzione industriale e del commercio internazionale. (aise) 

Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli