I PROTAGONISTI DELLA SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA NEL MONDO – 2

I PROTAGONISTI DELLA SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA NEL MONDO – 2

ROMA – focus/ aise - Sabato 23 e domenica 24 novembre il Consolato Generale d’Italia a Porto Alegre, con il sostegno della Camera di Commercio Italiana Rio Grande do Sul Brasile (CCIRS), il supporto tecnico dell’azienda Tramontina e la collaborazione di Slow Food Veneto, ha portato a Porto Alegre l’eccellenza della gastronomia italiana: lo chef Galdino Zara, uno dei fondatori del movimento Slow Food e uno dei suoi principali diffusori. Galdino Zara, con l’aiuto di Cesar Brandelli, ha reso omaggio alla gastronomia regionale italiana, offrendo nello spazio "Osteria Italia" messo a disposizione dal centro commerciale Bourbon Country, degustazioni di piatti, fra cui ricette di risotti di diverse regioni italiane, aperitivi, spumanti, vini ed altri prodotti italiani, con l’intenzione di proporre un’esperienza sensoriale che segue antiche forme di preparazione, ma è estremamente attuale nei concetti della nuova gastronomia mondiale.
Anche il console generale Roberto Bortot si è cimentato ai fornelli, assistito naturalmente dallo chef Galdino Zara, che hai presenti ha servito prodotti e sapori talvolta dimenticati. Poi: Oltre 30 aziende agricole iraniane hanno manifestato il loro interesse ad un approfondimento sul sistema di certificazione di agricoltura biologica al termine del seminario ad hoc tenuto presso la Camera di Commercio di Teheran dall'esperto italiano Alberto Bergamaschi, nell’ambito della Settimana della cucina italiana nel mondo. Le masterclass tematiche di cucina hanno stimolato l'interesse di alcune scuole di formazione, tra cui l'Istituto di ricerca in campo culinario “Sina”. I dirigenti di questo istituto sono infatti interessati a intavolare regolari contatti tra docenti italiani e studenti iraniani. È possibile anche che si sviluppino contatti nel settore della ristorazione per delle collaborazioni continuative con chef e scuole di cucina italiane. La settimana si è chiusa con un menù gourmet dello chef stellato Giuseppe Di Iorio servito in Ambasciata d'Italia, dopo una serie di appuntamenti dedicati alla Dieta Mediterranea e ai concetti di sostenibilità alimentare e corretta informazione. Infine: Grande successo per l’evento tenutosi presso il Consolato Generale di Parigi giovedì 21 novembre, dedicato alla pasticceria siciliana e organizzato dall’Accademia Italiana della Cucina delegazione Canicattì e delegazione Parigi Montparnasse, nell’ambito della 4^ edizione della Settimana della cucina italiana nel mondo. Alla manifestazione, a cui hanno partecipato oltre 150 persone, sono intervenuti, con una conferenza sulla pasticceria siciliana nella dieta mediterranea, Rosa Cartella, delegata AIC Canicattì e Dirigente Scolastico presso I. C. “M. L. King” di Caltanissetta; Andrea Fesi, vicedelegato AIC e professore di lettere classiche e storia dell’alimentazione e Salvatore Farina, presidente dell’Associazione Duciezio e Premio Orio Vergani 2010 AIC. La conferenza - aperta alla presenza della Console generale Emilia Gatto – è stata seguita da una degustazione di dolci della tradizione siciliana preparati dai pasticcieri dell’Associazione Duciezio, coadiuvati dagli studenti dell’Istituto Superiore Bartolomeo Scappi di Castel San Pietro Terme. (focus\ aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi