Vicentini nel mondo: grande adesione al 1° Concorso Internazionale di Poesia e Prosa in vicentino

VICENZA\ aise\ - C’è stata una grande adesione per la prima edizione del Concorso Internazionale di Poesia e Prosa in dialetto vicentino realizzato dall’Associazione Vicentini nel Mondo e dal Cenacolo Poeti Vicentini, con il patrocinio della Provincia di Vicenza e in collaborazione con la biblioteca civica Bertoliana: sono 47 le opere arrivate dall’Italia e ben 7 dall’estero.
Una nutrita partecipazione che testimonia l’attualità del dialetto vicentino come mezzo di espressione nelle persone di tutte le età, sia in provincia che nelle comunità all’estero.
La cerimonia finale si svolgerà sabato prossimo, 25 settembre, alle ore 16, presso la sede della Biblioteca Civica Bertoliana, a Palazzo Cordellina, Contra’ Riale 12, Vicenza. Per partecipare è necessario il Green Pass.
Presiederanno la serata Chiara Visentin (presidente della Biblioteca Civica Bertoliana), Denise Mingardi (Presidente Cenacolo Poeti Vicentini) e Ferruccio Zecchin (Presidente Associazioni Vicentini nel mondo).
I finalisti
Sezione Poesia Estero
Dal Cengio Rosella “Su l’onda de i me ricordi” - Canada;
De Grandis Gabriella “El camìn de la vita” - Sudafrica;
Lanaro Mirko “La storia del bicere mèso pien o mèso vodo” – Canada.
Sezione Prosa Estero
Molon Floriano “Mèrica, un sogno” - Brasile;
Stocchero Duilio “La me contrà la jera così” - Australia;
Timillero Lino “Storia de Toni e Maria” - Australia.
Il concorso, organizzato dalle Associazioni Vicentini nel Mondo e Cenacolo Poeti Vicentini, ha avuto come obiettivo quello di incentivare la diffusione e la conoscenza della lingua vicentina, favorire la condivisione delle esperienze e delle emozioni dei vicentini, dei vicentini emigrati in Italia e all’Estero e dei loro discendenti, organizzando il Primo Premio Letterario il cui tema è “Mamma mia dammi cento lire”. (aise)