• FUSIONE NUCLEARE: ENEA E ANSALDO NUCLEARE NEL PROGETTO EUROPEO
    Ambiente e Ricerca
    FUSIONE NUCLEARE: ENEA E ANSALDO NUCLEARE NEL PROGETTO EUROPEO

    ROMA\ aise\ - È Made in Italy il primo prototipo dell’Inner Vertical Target, uno dei tre componenti del divertore di ITER, il grande reattore per la ricerca sulla fusione nucleare in costruzione nel Sud della Francia. 


  • LEGAMBIENTE: PRESENTATO IL RAPPORTO ECOMAFIA 2018
    Ambiente e Ricerca
    LEGAMBIENTE: PRESENTATO IL RAPPORTO ECOMAFIA 2018

    ROMA\ aise\ - Nel 2017 boom di arresti per crimini contro l’ambiente e di inchieste sui traffici illegali di rifiuti. 


  • L’ALMANACCO DELLA SCIENZA TRA I GHIACCI: I 90 ANNI DALLA SPEDIZIONE DI UMBERTO NOBILE AL POLO NORD
    Ambiente e Ricerca
    L’ALMANACCO DELLA SCIENZA TRA I GHIACCI: I 90 ANNI DALLA SPEDIZIONE DI UMBERTO NOBILE AL POLO NORD

    ROMA\ aise\ - Il 24 maggio il Dirigibile Italia sorvola il Polo Nord, il giorno successivo cade tra i ghiacci artici: il comandante e altri nove membri dell’equipaggio sono scaraventati sul pack, mentre altri sei uomini sono trascinati via dalle terribili condizioni meteo. 


  • IL CNR IN ANTARTIDE: CERCARE NELLE BRINE IL SEGRETO DELLA VITA SU MARTE
    Ambiente e Ricerca
    IL CNR IN ANTARTIDE: CERCARE NELLE BRINE IL SEGRETO DELLA VITA SU MARTE

    ROMA\ aise\ - Un team di ricerca italiano del quale fa parte anche l’Istituto per l’ambiente marino costiero del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Iamc) di Messina, oltre alle Università dell’Insubria, di Perugia, di Bolzano, di Trieste, di Venezia e della Tuscia, ha studiato in Antartide le brine, liquidi molto salati, in cui prosperano microorganismi che si sono adattati a vivere in crio-ecosistemi (sistemi estremi caratterizzati da basse temperature). 


  • ENEA: SETTE NUOVE AREE COSTIERE A RISCHIO INONDAZIONE IN ITALIA
    Ambiente e Ricerca
    ENEA: SETTE NUOVE AREE COSTIERE A RISCHIO INONDAZIONE IN ITALIA

    ROMA\ aise\ - Presentato nuovo modello climatico per previsioni a breve termine sempre più dettagliate al vertice dei massimi esperti italiani in materia di cambiamenti climatici in corso a Roma. 


  • NUOVI INDIZI SULLA MEGA FRANA DI CROTONE: PUBBLICATA SU SCIENTIFIC REPORTS LA RICERCA OGS-CNR
    Ambiente e Ricerca
    NUOVI INDIZI SULLA MEGA FRANA DI CROTONE: PUBBLICATA SU SCIENTIFIC REPORTS LA RICERCA OGS-CNR

    ROMA\ aise\ - Un gruppo di ricerca guidato dall’Istituto nazionale di oceanografia e di geofisica sperimentale (Ogs), in collaborazione con l’Istituto di scienze marine del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Ismar) di Venezia e con le Università di Padova, della Basilicata e della Calabria, ha fatto luce sull’origine del lento e imponente movimento franoso, definito dagli studiosi "megalandslide". 


  • UN NUOVO STUDIO DELL’ENEA FA LUCE SUI "MOVIMENTI" DI USTICA
    Ambiente e Ricerca
    UN NUOVO STUDIO DELL’ENEA FA LUCE SUI "MOVIMENTI" DI USTICA

    ROMA\aise\ - La parte ovest dell’isola di Ustica (Palermo) si sarebbe sollevata di oltre 30 cm a causa di due terremoti avvenuti nel primo quarto del 1900.


  • GLOBULI ROSSI COME MICROLENTI: NUOVE OPPORTUNITÀ PER LA DIAGNOSI DELLE ANEMIE
    Ambiente e Ricerca
    GLOBULI ROSSI COME MICROLENTI: NUOVE OPPORTUNITÀ PER LA DIAGNOSI DELLE ANEMIE

    ROMA\ aise\ - Questa nuova tecnica consente di individuare, in maniera più rapida e precisa, il tipo di anemia e scegliere la terapia più adatta. Lo studio, messo a punto da un team di ricerca interdisciplinare dell’Istituto di scienze applicate e sistemi intelligenti del Cnr, in collaborazione con il centro di ricerca e biotecnologie avanzate Ceinge, è pubblicato su Acs Analytical Chemistry. 


  • RICERCA ITALIANA SULLO SPLICEOSOMA: UN GRANDE SARTO COORDINA IL "TAGLIA E CUCI" DELL’INFORMAZIONE GENETICA
    Ambiente e Ricerca
    RICERCA ITALIANA SULLO SPLICEOSOMA: UN GRANDE SARTO COORDINA IL "TAGLIA E CUCI" DELL’INFORMAZIONE GENETICA

    ROMA\ aise\ - Una raffinata simulazione al computer ha permesso ai ricercatori della Sissa e dell’Istituto officina dei materiali del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Iom) di far luce, per la prima volta al mondo a livello atomico, sul funzionamento di un sistema biologico importantissimo, il cui nome è spliceosoma, che lavora come il più abile maestro di atelier. 


  • “CONNECTIONS FOR EXCELLENCE” A MILANO
    Ambiente e Ricerca
    “CONNECTIONS FOR EXCELLENCE” A MILANO

    MILANO\ aise\ - Condividere e discutere strumenti e strategie nel campo delle scienze della vita sia a livello nazionale che internazionale. Questo l’obiettivo di “Connections for excellence” in programma il 4 luglio alle 11.00 all’Università degli Studi di Milano.


  • CAMBIAMENTI CLIMATICI E VARIAZIONI DEL LIVELLO DEL MAR MEDITERRANEO: CONVEGNO ALL’ENEA
    Ambiente e Ricerca
    CAMBIAMENTI CLIMATICI E VARIAZIONI DEL LIVELLO DEL MAR MEDITERRANEO: CONVEGNO ALL’ENEA

    ROMA\ aise\ - Il 5 e 6 luglio a Roma, presso la sede dell’ENEA, si terrà il workshop "Cambiamenti climatici e innalzamento del livello del Mar Mediterraneo.


  • LEGAMBIENTE: RIPARTE LA GOLETTA DEI LAGHI
    Ambiente e Ricerca
    LEGAMBIENTE: RIPARTE LA GOLETTA DEI LAGHI

    ROMA\ aise\ - Da domani per un mese, riparte la goletta dei laghi di Legambiente, che andrà a caccia di microplastiche e delle criticità che investono i nostri laghi in collaborazione con ENEA. 


  • IL CNR SIGLA DUE ACCORDI CON ISTITUZIONI DI RICERCA RUSSE
    Ambiente e Ricerca
    IL CNR SIGLA DUE ACCORDI CON ISTITUZIONI DI RICERCA RUSSE

    ROMA\ aise\ - Missione a Mosca per il presidente Massimo Inguscio. 


  • XYLELLA FASTIDIOSA: UN AIUTO IN ARRIVO DAL CIELO
    Ambiente e Ricerca
    XYLELLA FASTIDIOSA: UN AIUTO IN ARRIVO DAL CIELO

    ROMA\ aise\ - In due anni di ricerche, in gran parte svolte sul campo, e con l’ausilio delle più moderne tecniche di telerilevamento aereo, è stato sviluppato un efficace sistema di identificazione preventiva della presenza del disseccamento rapido degli olivi, la grave fitopatologia causata dal batterio Xylella fastidiosa che sta devastando in particolare il paesaggio salentino. 


  • “TRA ARTE E SCIENZA: LA NARRAZIONE DEL COSMO”: ALVARO DE RUJULA (CERN) DA DOMANI A BOLOGNA
    Ambiente e Ricerca
    “TRA ARTE E SCIENZA: LA NARRAZIONE DEL COSMO”: ALVARO DE RUJULA (CERN) DA DOMANI A BOLOGNA

     BOLOGNA\ aise\ - Tradizionalmente l’uomo collocava nel cielo la parte del mistero che non riusciva a risolvere in terra: qual è la parte di mistero che il cielo ancora racchiude? E ancora: l’uomo ha affidato al cosmo e alle costellazioni ciò che aveva di più caro, affetti, speranze, vite che non sono più. C’è ancor nel disvelamento scientifico attuale, seguito alle esplorazioni e ai viaggi spaziali, posto per una dimensione affettiva del cosmo?Lo studio dell’Universo con lo sviluppo dell’astrofisica da una parte e le scoperte della ricerca nel campo della fisica delle particelle dall’altra hanno negli anni più recenti attivato un ricongiungimento tra i paradigmi dell’infinitamente grande e dell’infinitamente piccolo, offrendo oggi delle piste di ricerca convergenti, dirigendoci verso una piattaforma di sintesi per una sempre maggiore comprensione dell’universoe delle sue origini.


Pagina 4 di 14
Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi